Le alte temperature non aiutano l’export del radicchio

11 Ottobre 2023

“Siamo diventati una delle aziende leader in Europa nella produzione e commercializzazione di radicchio e carote. Con 40 anni, l’azienda esporta il 100% delle proprie produzioni in tutta Europa, per rifornire i supermercati e le industrie agroalimentari”. A dirlo è Alberto Mazzagallo, senior sales manager della società veneta, in un’intervista telefonica.

Roberto Pavan, Mariachiara Boscolo e Alberto Mazzagallo, recentemente fotografati a Madrid

 

“I nostri prodotti principali, come accennato, sono radicchio e carote – spiega Mazzagallo – ma esportiamo anche insalate adulte (pan di zucchero, frisee e scarola) e baby leaves (rucola e spinacino), oltre ad altri prodotti come butternut, cipolle, verza, cavolo bianco, zucchine, cavolo cappuccio rosso. Con le nostre tre zone di produzione Nord, Centro e Sud Italia e con i nostri due magazzini di lavorazione, uno a Chioggia in provincia di Venezia e uno a Ispica in provincia di Ragusa, riusciamo a servire i nostri clienti lungo tutto l’arco dell’anno”.

Sopra, all’IFEMA 2023. Foto con il ministro Lollobrigida a cui l’azienda ha illustrato il proprio lavoro di esportazione. In primo piano anche , Roberto Pavan (Ceo) e Alberto Mazzagallo, oltre ad Andrea Peviani della Peviani Spa.

 

“Attualmente, da Chioggia stiamo iniziando la campagna invernale del radicchio di Chioggia convenzionale, biologico e a marchio IGP, infatti facciamo parte del Consorzio di tutela per questo prodotto a indicazione geografica protetta – aggiunge il manager – Stiamo partendo e sinceramente queste temperature alte fuori stagione non ci aiutano a livello commerciale. Occupandoci prettamente di estero, dobbiamo combattere ancora con le produzioni dei vari paesi europei, dove le produzioni sono in competizione con le nostre. Comunque, il prodotto si presenta con ottimi standard e si contraddistingue per una generosa shelf life”.

“Con le carote cominceremo la campagna invernale del prodotto locale dell’areale di Chioggia verso la seconda metà di ottobre 2023 – chiarisce l’esperto – mentre con il prodotto da industria, trattandosi di varietà più tardive, inizieremo verso metà novembre. Da anni ormai abbiamo selezionato un prodotto perfetto, privo di scarti e qualitativamente ottimo, che ci permette di servire le più importanti industrie italiane. Stiamo anche iniziando la commercializzazione del cherry tomato dalla nostra filiale di Ispica, un prodotto di alto livello la cui zona di produzione è Pachino. Anche qui facciamo parte del Consorzio di Tutela del Pomodoro di Pachino IGP”.

Magazzino in fase di ampliamento

 

“In ultimo, una considerazione sulla fiera di Madrid – conclude Mazzagallo – che per noi è stata molto interessante e proficua, considerando il fatto che siamo in procinto di completare l’ampliamento dello stabilimento di Chioggia. Tale investimento ci permetterà a breve di triplicare la nostra capacità di stoccaggio frigo della merce. Forti di tale nuova realizzazione, a Madrid siamo riusciti a instaurare nuovi rapporti commerciali e nuovi contratti di fornitura con le principali industrie europee. Adesso ci stiamo già preparando per la fiera Fruit Logistica di Berlino 2024, dove saremo presenti con un nostro stand espositivo”.

 

Per maggiori informazioni:

PEF
Alberto Mazzagallo
Chioggia
+39 041 491544
Ispica
+39 0932 951822
info@pefsrl.net
https://www.pefsrl.net/

 

Author: Gaetano Piccione
© FreshPlaza.it