Frutta e verdura possono tenere lontano la tristezza

4 ottobre 2018

Secondo uno studio pubblicato a settembre, mangiare i vegetali mette di buon umore, combattendo persino la depressione.

Frutta e verdura allontanano i brutti pensieri. È risaputo che mangiare frutta e verdura è salutare per noi, a tutte le età. Ma ora c’è un ulteriore incentivo ad aumentare l’assunzione di prodotti vegetali: il loro consumo mette di buon umore, secondo uno studio pubblicato su Nature nel settembre 2018. I ricercatori hanno analizzato 41 studi sulla depressione e hanno scoperto così che le persone che seguivano una dieta mediterranea (ad alto contenuto di verdure, frutta, pesce e noci) hanno un rischio inferiore del 33 percento di sviluppare depressione rispetto a una dieta ricca di alimenti infiammatori come carni lavorate e grassi. Gli autori dello studio affermano che questa dieta può essere efficace contro la depressione perché i prodotti occupano più spazio in questa dieta famosa in tutto il mondo.

Un altro studio dell’American Academy of Neurology ha valutato 964 partecipanti nel corso di sei anni e mezzo e ha scoperto che coloro che seguivano una dieta mediterranea hanno un rischio più basso di sviluppare la depressione rispetto a quelli che hanno aderito a una dieta ricca di carni rosse. Nel dettaglio, il rischio di soffrire di depressione era inferiore dell’11% per chi segue la dieta DASH rispetto agli altri individui studiati. Tuttavia, entrambi gli studi chiariscono che non ci sono prove sufficienti per dimostrare che mangiare più frutta e verdura non comporta un rischio minore di depressione – è solo un’associazione.

CRUDO È MEGLIO – Mangiare frutta e verdura cruda può aiutare ad alleviare i sintomi della depressione, secondo uno studio dell’aprile 2018 condotto dall’Università di Otago e pubblicato su Frontiers. I ricercatori hanno intervistato 422 giovani adulti in Nuova Zelanda e negli Stati Uniti e hanno scoperto che coloro che consumavano prodotti crudi presentavano sintomi meno depressivi e maggiore soddisfazione della propria vita e prospettive positive rispetto a quelli che mangiavano più frutta e verdura in scatola, cotta o lavorata. “Questa ricerca è molto importante in quanto conferma come il cambiamento della dieta possa fornire un approccio accessibile, sicuro e coadiuvante per la salute mentale“, ha affermato l’autore principale dello Studio, il dott. Tamlin Conner.

Lo studio ha anche rilevato quali frutti e verdure crudi sono correlati a una migliore salute mentale: carotebanane, mele, verdure a foglia verde scure come spinaci, pompelmi, lattuga, agrumi, bacche fresche, cetrioli e kiwi.

QUANTA FRUTTA E VERDURA? Uno studio australiano del 2016 pubblicato sull’American Journal of Public Health ha scoperto che mangiare otto porzioni di frutta e verdura ogni giorno può renderti più felice. I risultati non si verificheranno il primo giorno, ma nel tempo molte persone hanno avuto un significativo aumento della soddisfazione di vita, hanno scoperto i ricercatori Redzo Mujcic e Andrew J.Oswald. L’aumento del consumo di frutta e verdura si è rivelato predittivo di maggiore felicità, soddisfazione della vita e benessere. Erano fino a 0,24 punti di soddisfazione di vita (per un aumento di 8 porzioni al giorno), che è uguale per dimensioni al guadagno psicologico derivante dal passaggio dalla disoccupazione all’occupazione. I miglioramenti si sono verificati entro 24 mesi.

QUANTO È UNA PORZIONE? Una porzione standard di verdura è di circa 75 grammi e una di frutta è di circa 150 grammi (una mela media, una banana, un’arancia, una pera o una tazza a dadini o frutta senza zucchero in scatola). Consumare otto porzioni di frutta e verdura potrebbe sembrare scoraggiante se non si è abituati, ma questa è la stagione perfetta per cambiare stile di vita. È una stagione in cui uva, mele, pere, kiwi e presto anche agrumi abbondano. Partire dalla frutta è un buon passo per arricchire la dieta quotidiana di vegetali crudi.

 

Fonte: http://www.puregreenmag.it

Torna alla lista