Gala, Golden e Granny, buon avvio nel Veronese

7 settembre 2018
Buona partenza per la campagna commerciale delle mele veronesi di pianura: “Per le Gala, entrate in scena circa un mese fa – spiega Stefano Pezzo, presidente di Fruitimprese Veneto – il trend è positivo: la qualità è medio-alta, il caldo intenso di agosto non ha generato grossi problemi al prodotto e il mercato, grazie anche alla carenza di prodotto in circolazione, ha regalato subito prezzi ottimi; poi, la concorrenza di Gala di oltremare, presenti in quantitativi comunque relativamente contenuti, ha parzialmente frenato lo sprint. Ma l’intonazione resta buona”. Il gruppo Gala rappresenta il 13% della superficie totale coltivata a melo nella pianura padano-veneta; lo scorso anno proprio questa varietà ha registrato il maggior incremento dei prezzi tra le mele regionali, con una media di 68 centesimi il chilo, il 53% in più rispetto al 2016.
 
 
“Pochi giorni fa, a inizio settembre – prosegue Pezzo – ha preso il via la stagione di Golden Delicious eGranny Smith: buona la richiesta e abbastanza sostenuti i listini. Nei prossimi giorni gli stacchi interesseranno anche la Stark. Ci aspettiamo una stagione piena con quotazioni importanti e ci auguriamo che la domanda continui fluida, senza battute d’arresto. Da parte nostra, sarà fondamentale valorizzare qualità e origine”. 
Per quanto riguarda i calibri medi, la Gala si assesta tra 70-80, Golden tra 75 e 80, Granny sugli 80. In linea con le richiesta della Gdo. “Il prezzo del prodotto confezionato – conclude Pezzo – dopo una partenza sopra l’euro il chilo si sta assestando sull’euro per i calibri medio-grandi”.
Torna alla lista